La Route 66 è la “strada mito” degli Stati Uniti d’America. 

Li percorre da est a ovest per quasi 4000km: dalla bellissima Chicago all’immensa Los Angeles. 

Denominata anche Mother Road, è la strada, istituita nel 1926, che più di tutte ha rappresentato la libertà e la ricerca della felicità: era la strada che portava nella terra del sole, la California.

Lungo tutto il suo lungo percorso, si incontrano moltissimi luoghi e cimeli che ricordano i decenni dal 1950 al 1970 del secolo scorso, riportandoti, con i colori tipici di quegl’anni d’oro della Mothrer Road, a quell’immaginario comune che la storia ha disegnato addosso all’America ruggente.

Sono quelli gli anni del boom economico, dove il viaggiare era diventato un divertimento e il trasferirsi da una parte all’altra degli Stati Uniti iniziava a essere una normalità.

Uno dei luoghi simbolo di quei fantastici anni è il Cozy Dog a Springfield in Illinois. Un ristorante, un ritrovo, un luogo dove si assaporta ancora il profumi dell’America “on the road”.

Durante la seconda guerra mondiale Ed Waldmire soldato dell’aeronautica in Texas, inventa il Corn Dog, un wurstel ricoperto da una spessa pastella, fritto in olio bollente e servito con un bastoncino di legno infilato da un lato, per tenerlo con due dita, a mo di ghiacciolo, e mangiarlo senza necessità di appoggio. E’ qui, al Cozy Dog, che dal 1946 si vende questa variante del classico hot-dog, che ormai è diventata famosa in tutta l’America. La moglie di Ed, Virginia, creò il logo originale che ancora caratterizza il ristorante, due cozy-dog abbracciati amorevolmente. 

Il ristorante è un santuario di se stesso, al suo interno i cimeli e la memorabilia ricordano chi di famoso è stato cliente e raccontano la storia della famiglia proprietaria, che attualmente è ancora la stessa. 

Il Cozy Dog infatti è ora gestito da uno dei figli di Ed, il fratello del più famoso riconosciuto artista della Route 66, Bob Waldmire che nel suo lungo viaggiare attraverso gli stati attraversati dalla Mother Road, con i suoi disegni e i suoi racconti ha meglio descritto il periodo d’oro e che cosa davvero rappresentasse la Route 66 per gli americani.

Nel 1984 la Route 66 è stata declassata e con la costruzione della veloce Interstate ha perso il suo valore commerciale ma non di certo il suo essere ancora una interessantissima testimonianza storica e il fermarsi in questi locali mantiene sempre un indiscusso fascino.